Boschi senza foglie e falene ovunque

26 Giugno 2019 (15:10) in News

Stiamo assistendo ad un’esplosione demografica della falena defogliatrice Lymantria dispar. Si tratta di un fenomeno naturale che si ripete a distanza di anni (20-30 nelle situazioni migliori, solo 5-6 nei boschi degradati).
Le larve, che assomigliano a quelle della processionaria, fortunatamente non sono urticanti (si sconsiglia comunque di toccarle!) e si sviluppano inizialmente sulle querce (roverella in particolare, poi sul cerro) per diffondersi successivamente su molte altre specie di alberi e arbusti.
La situazione di defogliazione così grave (nei boschi di cerro della Bandita sembra inverno!) può ripetersi per due o tre anni, poi i lepidotteri scompaiono perché entrano in gioco fenomeni di regolazione naturale, in particolare l’emissione di sostanze tossiche (tannini) nelle foglie delle querce, che bloccano lo sviluppo delle larve.
La defogliazione può portare alla morte le piante più deboli, ma la maggior parte supera la crisi: alcune piante stanno già emettendo nuove foglie, che probabilmente sfuggiranno alle poche larve rimaste.
Il nome "dispar" deriva dal marcato dimorfismo sessuale: i maschi sono color castano e volano, le femmine sono bianche e non sono in grado di volare; questo fa si che la colonizzazione di nuovi boschi sia relativamente lenta, anche perché si riproducono una sola volta l’anno.
E’ ovviamente impensabile l’intervento chimico nei boschi, dove creerebbe più danni che vantaggi, distruggendo anche le specie "utili", mentre nei giardini possono essere impiegati prodotti a base di Bacillus turingensis, ammessi in agricoltura biologica e non tossici per l’uomo e gli altri animali vertebrati.


Per maggiori approfondimenti si consiglia l’opuscolo del Servizio Fitosanitario del Lazio, scaricabile da questo indirizzo: http://www.agricoltura.regione.lazio.it/binary/prtl_sfr/tbl_introduzio ne/LAZIOFOR.pdf

   

Nelle foto: larva di Lymantria dispar e pianta di cerro defogliata presso il Mignone (foto di L. Mazzocchi); adulti (foto Consorzio Fitosanitario di Parma).

DOMENICA 23 GIUGNO LA RISERVA MONTERANO TRA CASCATE E CASTELLI

20 Giugno 2019 (11:53) in News

LA RISERVA PARTECIPA AL MONITORAGGIO DELLA CICOGNA

20 Giugno 2019 (11:19) in News

Il personale della Riserva Naturale ha partecipato alla giornata di monitoraggio della cicogna nera, in collaborazione con la Direzione Regionale Ambiente, il Parco Manturanum e l’Associazione SROPU.

La rarissima cicogna nera nidifica da alcuni anni sui Monti della Tolfa, ed è l’unica coppia di tutto il Lazio.

Sotto il caldo sole  (che ha reso necessario l’uso di un ombrellone!) nessuna segnalazione di cicogna, ma tanti rapaci che confermano l’importanza ornitica dell’Area protetta: 4 nibbi reali, 3 nibbi bruni, 2 falchi pecchiaioli, 1 biancone, 1 lodolaio e 2 poiane.

All’attività ha partecipato anche un tirocinante dell’Università della Tuscia.

 

ANTICA MONTERANO “LA RINASCITA DEL FEUDO” 15-16 GIUGNO

11 Giugno 2019 (11:20) in News, Carta d’Identità

 

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

5 Giugno 2019 (12:00) in News

Si comunica alla gentile utenza che durante la settimana corrente (03/06 al 09/06) e nella prossima (dal 10/06 al 16/06), l’area monumentale  dell’antico abitato di Monterano sarà parzialmente interdetta alla libera fruizione per la realizzazione di riprese cinematografiche e per la preparazione dell’iniziativa "Monterano, la rinascita del feudo" che avrà luogo il 15 e 16 giugno p.v.

Ci scusiamo con i visitatori per i disagi che potrebbero subire le ordinarie visitazioni del sito.

La scuola “Disegna… Monterano”

27 Maggio 2019 (09:29) in News

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

15 Maggio 2019 (11:11) in News

Si avvisa che il numero di servizio dei guardiaparco è cell.3351780021 che sostituisce il vecchio(333990993)

 

Canale Monterano esulta: “Folla di turisti per il Ponte festivo”

9 Maggio 2019 (09:39) in News

Volentieri pubblichiamo l’articolo tratto da www.terzobinario.it

 martedì, 7 Maggio 2019

“Ponti fruttuosi per le presenze a Monterano e alla Riserva Naturale omonima. Dal 19 al 22 aprile 2019 sono stati ospiti presso il Centro Visite della Riserva Naturale ben 150 camperisti accolti dal nuovo gestore, l’associazione di promozione sociale “Vivere Canale Monterano A.P.S.”, nel week end lungo guidati alla visita del nostro territorio e dell’Antico abitato di Monterano. Dal 25 al 28 aprile la Riserva Naturale, nell’ambito del progetto Rete regionale Dimore Storiche, giardini e complessi monumentali del Lazio, di cui fa parte la nostra Monterano, ha ospitato in 4 giorni quasi 400 visitatori, tutti accolti ed accompagnati, con tanto di guida, alla scoperta dell’antico borgo abbandonato. Con soddisfazione tira la somme il Vice Sindaco di Canale Monterano con delega alla Riserva Naturale Stefano Ciferri. “Una prova decisamente superata – afferma Ciferri – con tante persone che prima o dopo la visita in Riserva hanno anche raggiunto il nostro paese animandolo festosamente con acquisti e soste ristoro presso i nostri esercizi commerciali. Un ringraziamento al funzionario della Riserva Fernando Cappelli e all’Associazione Vivere Canale Monterano. Quest’ultima ha accolto e coccolato ogni turista con grande passione.” “L’intento dell’Amministrazione Comunale – conclude Ciferri – è quello di promuovere, sempre di più, il nostro bel paese con le sue ricchezze, trasformandole in una forma di sviluppo sostenibile a carattere rurale.” “L’elevato numero di presenze registrate in questi giorni – aggiunge Andrea Magagnini, Assessore al Turismo del Comune di Canale Monterano – ci gratifica molto. L’inserimento dell’antico abitato nelle Dimore storiche della Regione Lazio, il lavoro sull’ ecomuseo, e sul piano di fruizione di Monterano, il patto di amicizia con Bagnoregio, la promozione attiva del territorio con varie iniziative ed il forte supporto della Regione Lazio stanno pian piano portando i frutti attesi dai nostri cittadini da tanti anni. Continueremo a lavorare in questa direzione sperando di riuscire in tempi brevi a redigere un piano integrato per il turismo che stabilizzerà i flussi turistici e darà continuità alle attività economiche sul territorio.” Prossima occasione di prestigio per ammirare la bella Monterano il 25 e 26 maggio prossimi, quando l’antico borgo degli Altieri sarà animato dalle rievocazione storica “La Rinascita del Feudo” , organizzata per la IV edizione dalla Pro-Loco di Canale Monterano.

L’Amministrazione Comunale.

 

150-200 CAMPERISTI OSPITI PRESSO IL CENTRO VISITE DELLA RISERVA

19 Aprile 2019 (12:49) in News

Dal 19 al 22 aprile 2019 avremo ospiti presso il Centro Visite della Riserva Naturale ben 150-200 camperisti che saranno accolti dal nuovo gestore, l’Associazione di promozione sociale “Vivere Canale Monterano A.P.S.” e saranno guidati alla visita del territorio da personale qualificato, raggiungendo la Riserva Naturale con uso di mezzi di trasporto collettivi per effettuare visite guidate per bambini (Sentiero Diosilla) e per adulti (Area monumentale dell’Antico abitato di Monterano). Diamo loro il benvenuto ed un augurio di buona permanenza a Canale Monterano.

Si informa inoltre l’utenza che presumibilmente fino alla prima decade di luglio nell’Area monumentale dell’Antico abitato di Monterano saranno presenti installazioni scenografiche temporanee per attività cinematografiche. L’area sarà completamente ripristinata al termine delle suddette riprese. Ci scusiamo con l’utenza per gli eventuali disagi arrecati”.

Comunicazione di servizio

8 Aprile 2019 (11:33) in News

Si comunica all’utenza che nella settimana dall’8 al 12 aprile 2019, l’area dell’Antico abitato di Monterano e la solfatara in località Bicione (sentiero Diosilla) potranno essere interdetti all’accesso per riprese cinematografiche in corso.

Nella giornata di sabato 13 e domenica 14 aprile inoltre potrebbero iniziare i lavori di manutenzione ordinaria in località Antico abitato di Monterano a cura dei volontari dell’Associazione Pro Loco per la preparazione dell’evento "Monterano la rinascita del feudo" edizione 2019.

Ci scusiamo per il disagio