ULISSE A MONTERANO!

5 Aprile 2018 (15:37) in News di Fabio | Stampa Stampa

ULISSE IL PIACERE DELLA SCOPERTA - PUNTATA DEL 7 APRILE 2018

Dopo le scelte scenografiche e contestuali del 2017 e dei primi mesi del 2018 che hanno valorizzato come location la Riserva Naturale Regionale Monterano e più in generale il Comune di Canale Monterano (Ente gestore della medesima) oggi anche Alberto Angela, per la prima puntata della nuova serie della trasmissione “Ulisse, il piacere della scoperta” ha deciso di premiare il fascino dei nostri luoghi, realizzando una ricostruzione di un seicentesco duello davanti la facciata della Chiesa Convento di San Bonaventura in Monterano. La puntata andrà in onda sabato 7 aprile in prima serata su RAI 1, rete “ammiraglia” della Rai.
Grandi ed emergenti registi ci hanno preferito per la realizzazione di opere cinematografiche, (“Tutti i soldi del mondo” di Ridley Scott, https://www.youtube.com/watch?v=eFfKgsMUX-k; “Puoi baciare lo sposo” di Alessandro Genovesi, https://www.youtube.com/watch?v=BQlZ45aS3r8; “Il Primo Re” di Matteo Rovere, di prossima uscita), didattiche e sperimentali (convenzione con il Centro sperimentale di cinematografia, “corti” di laurea e partecipanti a concorsi dedicati ad artisti emergenti), musicali (Valerio Scanu ha presentato il suo ultimo lavoro “Ed io” con un videoclip interamente girato nella Riserva, https://www.youtube.com/watch?v=sM_CbyHINHk) e televisive (Tg1 per i luoghi del cuore FAI,  Tg3 sulla gestione sostenibile dei pascoli in area protetta, Geo & Geo, Rai Italia per i migranti italiani d’oltreoceano).
L’opera del personale della Riserva, in perfetta sintonia con gli indirizzi gestionali dell’Assessorato alla Riserva e Ambiente dell’Amministrazione Comunale, ha rilanciato con rinnovate motivazioni, nonostante la scarsità attuale delle risorse economiche disponibili, la sfida per la crescita socio culturale e turistica compatibile con i prioritari obbiettivi di tutela del territorio, degli ecosistemi e del paesaggio che tanto prezioso ci contraddistingue.
Il riavvio dell’iter di pianificazione, la “contaminazione” da parte di eccellenze del mondo scientifico nei diversi ambiti d’intervento, la crescente collaborazione con l’Associazionismo locale come elemento di congiunzione con la realtà produttiva locale (in collaborazione fattiva con l’Assessorato al Turismo comunale si è creata una “rete d’impresa” tra gli operatori della P.M.I., dei commercianti e degli artigiani locali finanziato dalla Regione Lazio), hanno ridato centralità alla risorsa Riserva Naturale nella Comunità di Canale Monterano.
L’assistenza all’Assessorato alla Pubblica istruzione comunale attraverso i programmi scolastici di educazione ambientale, la progettualità anche su fondi della Comunità Europea che a breve implementerà gli interventi infrastrutturali per una migliore accoglienza degli ospiti, oltre ai progetti scientifici di sistema che vedono il coinvolgimento di nostro personale (ultimo ma non ultimo il progetto Life - Ponderat nell’isola di Ventotene) e l’opera di puntuale di vigilanza dei pochi Guardiaparco in servizio che operano per garantire l’integrità del bene ambientale alle generazioni future, restituiscono l’immagine di un Area Protetta in fermento di attività, laboratorio sperimentale di Biodiversità a tutto tondo.