IMPORTANTE AZIONE DI ANTI BRACCONAGGIO NELLA RISERVA NATURALE REGIONALE MONTERANO

18 Gennaio 2019 (13:10) in News di Annamaria | Stampa Stampa

L’attività congiunta di Guardiaparco e Carabinieri ha portato alla denuncia di un presunto bracconiere sorpreso di notte all’interno dell’Area Naturale Protetta. La lunga attività di controllo è stata possibile grazie alla partecipazione di Guardiaparco della Direzione Regionale competente e dei Carabinieri del Comando di Bracciano, e si è conclusa con il sequestro di alcuni lacci, mezzi di caccia vietati. Tali strumenti di cattura, realizzati artigianalmente con un cavetto d’acciaio annodato in forma di cappio scorsoio, provocano all’animale che resta accalappiato atroci sofferenze e spesso la morte per strangolamento. Oltre agli animali selvatici, in maggioranza cinghiali attirati con esche commestibili, frequentemente restano vittime di queste trappole gli animali domestici: cani, gatti e anche cavalli, questi ultimi possono restare gravemente mutilati agli arti.

foto-laccio-ridimensionata.jpg