- Riserva Naturale Monterano - http://www.monteranoriserva.com/wp -

INFLUENZA AVIARE:ATTENZIONE SENZA ALLARMISMI

12 Novembre 2021 (16:54) | Commenti disabilitati

Si informa che è stato rilevato un piccolo focolaio di influenza aviare a Ostia.
L’influenza aviare è una malattia che colpisce soprattutto gli uccelli selvatici (acquatici e rapaci in particolare) e può causare gravi danni economici agli allevamenti.
La trasmissione all’uomo è un evento sporadico che può avvenire quando si viene a stretto contatto con animali infetti (o loro feci); le normali norme di igiene, unite all’impiego della mascherina negli allevamenti, riducono ulteriormente il rischio di contagio.
Attualmente è importante segnalare (anche agli uffici della Riserva) eventuali morie di uccelli selvatici (10 o più soggetti). Al contrario, il rinvenimento di un singolo animale selvatico morto o malato non deve far preoccupare.
 
Le specie allevate più sensibili sono polli e tacchini.
I proprietari di avicoli devono adottare misure atte a ridurre il contatto fra domestici e selvatici, e sono tenuti a segnalare alla ASL eventuali casi sospetti (in particolare se rilevano più animali malati o morti).
 
Per maggiori informazioni:

[1] www.salute.gov.it/portale/sanitaAnimale/dettaglioContenutiSanitaAnimal e.jsp

[2]


Articolo stampato da Riserva Naturale Monterano: http://www.monteranoriserva.com/wp

URL dell'articolo: http://www.monteranoriserva.com/wp/?p=1861

URL nell'articolo
[1] www.salute.gov.it/portale/sanitaAnimale/dettaglioContenutiSanitaAnimal e.jsp: https://www.salute.gov.it/portale/sanitaAnimale/dettaglioContenutiSanitaAnimale.jsp?lingua=italiano&
amp;id=216

[2] Immagine: http://www.monteranoriserva.com/wphttp://Influenza aviare: attenzione senza allarmismi Si informa c
he è stato rilevato un piccolo focolaio di influenza aviare a Ostia. L'influenza aviare &egra
ve; una malattia che colpisce soprattutto gli uccelli selvatici (acquatici e rapaci in particolare)
e può causare gravi danni economici agli allevamenti. La trasmissione all'uomo è un ev
ento sporadico che può avvenire quando si viene a stretto contatto con animali infetti (o lor
o feci); le normali norme di igiene, unite all'impiego della mascherina negli allevamenti, riducono
ulteriormente il rischio di contagio. Attualmente è importante segnalare (anche agli uffici d
ella Riserva) eventuali morie di uccelli selvatici (10 o più soggetti). Al contrario, il rinv
enimento di un singolo animale selvatico morto o malato non deve far preoccupare. Le specie allevat
e più sensibili sono polli e tacchini. I proprietari di avicoli devono adottare misure atte a
ridurre il contatto fra domestici e selvatici, e sono tenuti a segnalare alla ASL eventuali casi so
spetti (in particolare se rilevano più animali malati o morti). Per maggiori informazioni: h
ttps://www.salute.gov.it/portale/sanitaAnimale/dettaglioContenutiSanitaAnimale.jsp?lingua=italiano&a
mp;id=216